Home
e-Mail
news
Contactform
ancrel
circolari
modulistica
consulente-tecnico
anduc
universita
scadenziario
link
finanziamenti
areafinanziamenti
area-mediazione
Contatti
 
circolari

 

 

 

 

 

CESSIONE QUOTE S.R.L..............................

.....CIRCOLARE DI UNIONCAMERE

Con Circolare 22 settembre 2008, Unioncamere ha fornito alcune indicazioni operative alle camere di commercio in merito alla nuova procedura alternativa, introdotta dall'art. 36, comma 1-bis, D.L. n. 112/2008, che prevede la possibilità di cedere quote di srl senza obbligo di intervento da parte del notaio.

In particolare, Unioncamere precisa che nella fase iniziale la nuova procedura avverrà con riferimento ai soli atti di trasferimento della piena proprietà.

Per le altre fattispecie, quali donazioni, usufrutto e trust, per cui non è ancora stato definito come e se è attuabile un trasferimento di quote in formato digitale, Unioncamere si riserva ulteriori riflessioni.

 

CESSION
23/09/2008
LIBRO DEL LAVORO.......................................

............VIDIMAZIONE E PERIODO TRANSITORIO

Nel periodo transitorio le sedi INAIL dovranno continuare a vidimare il libro paga tenuto in forma manuale anche per le nuove aziende.

L'INAIL, con nota interna n. 7357 del 19 settembre 2008, indirizzata alle proprie sedi territoriali, ha ribadito che dal periodo 18 agosto 2008 al 16 gennaio 2009 i datori di lavoro possono continuare a tenere il libro paga anche in forma manuale (nelle due sezioni paga e presenze) e che lo stesso dovrà essere vidimato.

In tal caso dovranno comunque essere rispettate le nuove disposizioni intervenute in tema di tenuta, conservazione ed esibizione previste per il Libro unico.
..
E QUOTE S.R.L..............................


.....CIRCOLARE DI UNIONCAMERE

Con Circolare 22 settembre 2008, Unioncamere ha fornito alcune indicazioni operative alle camere di commercio in merito alla nuova procedura alternativa, introdotta dall'art. 36, comma 1-bis, D.L. n. 112/2008, che prevede la possibilità di cedere quote di srl senza obbligo di intervento da parte del notaio.

In particolare, Unioncamere precisa che nella fase iniziale la nuova procedura avverrà con riferimento ai soli atti di trasferimento della piena proprietà.

Per le altre fattispecie, quali donazioni, usufrutto e trust, per cui non è ancora stato definito come e se è attuabile un trasferimento di quote in formato digitale, Unioncamere si riserva ulteriori riflessioni.
CIRCOLARE...SPESE VITTO ED ALLOGGIO.........................


Con Circolare 5 settembre 2008, n. 53, l'Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti in merito al trattamento ai fini IVA e delle imposte sul reddito delle prestazioni alberghiere e di somministrazioni di alimenti e bevande, come modificato dal D.L. n. 112/2008.

Si riportano, in sintesi, alcune delle più importanti precisazioni fornite:

• detrazione IVA: se la prestazione alberghiera o di ristorazione è fruita da un soggetto diverso dall'effettivo committente del servizio, ai fini della detrazione è necessario che la fattura rechi anche l'intestazione di tale soggetto; così, il datore di lavoro potrà detrarre l'imposta relativa alle prestazioni rese al proprio dipendente in trasferta qualora risulti cointestatario della fattura. Analogamente, nel caso in cui il cliente anticipi le spese alberghiere e di ristorazione del professionista, la fattura deve essere intestata anche a quest'ultimo per consentirgli di detrarre l'imposta addebitata;

• deducibilità ai fini delle imposte sul reddito: la deducibilità di costi e spese per prestazioni alberghiere e di somministrazione di alimenti e bevande è limitata al 75% sia nel reddito d'impresa sia nel reddito di lavoro autonomo (solo per i professionisti che sostengono direttamente la spesa). L'Agenzia ha, inoltre, specificato che tale deduzione limitata al 75% opera anche in relazione alle spese per ristoranti ed alberghi qualificate come spese di rappresentanza; per i lavoratori autonomi la limitazione opera anche per le spese di vitto e alloggio collegate a corsi, convegni e congressi che, quindi, va sommata alla limitazione del 50% già prevista per tali spese.
..

IVA ALBERGHI E RISTORANTI..............................
.............DETRAIBILE DAL 1° SETTEMBRE 2008

Decreto legge n. 112 del 25 giugno 2008

Il maxiemendamento del Governo al decreto legge 112/2008 ha introdotto importanti novità in tema di detrazione dell’IVA e deduzione dei costi sostenuti per prestazioni alberghiere e somministrazione di alimenti e bevande: la Commissione europea aveva avviato una procedura di messa in mora nei confronti dell’Italia per la limitazione alla detrazione dellIVA su questi servizi, in violazione dellarticolo 168 della direttiva 2006/112.

Dal prossimo 1 settembre 2008 è prevista la piena detraibilità dell’IVA assolta su prestazioni alberghiere e somministrazione di alimenti e bevande.

Ovviamente la detrazione dellIVA resta subordinata alla dimostrata inerenza dei costi sostenuti ed alla disponibilità della relativa fattura (la ricevuta fiscale non consente la detrazione dell’imposta).

Dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2008, i costi sostenuti per prestazioni alberghiere e somministrazioni di alimenti e bevande saranno però deducibili dal reddito imponibile IRES/IRPEF nella misura del 75%; per i lavoratori autonomi sarà in ogni caso indeducibile la quota di costo eccedente il 2% dei compensi percepiti nel periodo d’imposta. Nella determinazione degli acconti dovuti per il primo periodo di applicazione del nuovo limite, l’imposta del periodo precedente dovrà essere ricalcolato.

Vi ricordiamo che la Finanziaria 2008 aveva già concesso la detrazione dellIva su prestazioni alberghiere e somministrazioni di alimenti e bevande durante convegni e congressi.
..

AUTO AZIENDALE......................

..............CONCESSA AI DIPENDENTI IN USO ESLUSIVO:

IVA DETRAIBILE AL 100%

Con Risoluzione 20 febbraio 2008, n. 6, il Dipartimento per le Politiche fiscali del Ministero dell'Economia ha chiarito che i veicoli messi a disposizione dei dipendenti contro un corrispettivo regolarmente fatturato, si considerano a uso interamente aziendale e beneficiano pertanto della detrazione IVA al 100%.

Se, al contrario, l'auto viene concessa come "benefit" al dipendente senza addebito di alcun canone, l'IVA si detrae al 40%.

La Risoluzione specifica, inoltre, che:

• nell'assegnazione al dipendente ciò che rileva è il valore normale;

• per gli autoveicoli utilizzati sia per finalità lavorative sia per scopi di carattere privato (uso promiscuo), la detraibilità ai fini IVA rimane fissata al 40%.
..

SOCIETA - 07/02/2008

INIZIO ATTIVITA'..........................

........................MODELLO AA9/9

In data 6 febbraio 2008, è stato pubblicato sul sito Internet dell'Agenzia delle Entrate, il Provvedimento 5 febbraio 2008, con il quale l'Amministrazione ha approvato il nuovo Modello AA9/9 che le persone fisiche devono utilizzare per le dichiarazioni di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini dell'imposta sul valore aggiunto.

Il nuovo modello, debitamente aggiornato a fronte dell'adozione della nuova classificazione delle attività economiche ATECO 2007 e dell'introduzione del nuovo regime dei contribuenti minimi di cui alla Finanziaria 2008, è utilizzabile a decorrere da oggi, giovedì 7 febbraio 2008 (giorno successivo a quello di pubblicazione

 

SOCIETA - 19/12/2007
SOPPRESSIONE DICHIARAZIONE I.C.I. ...................


L'Agenzia del Territorio ha emanato il Provvedimento 18 dicembre 2007 ed il Decreto 18 dicembre 2007 con i quali viene attivata la possibilità per le Pubbliche Amministrazioni di accedere alla banca dati catastali e ipotecaria per i loro scopi istituzionali come previsto dal D.L. n. 223/2006.
In particolare:

• con il Provvedimento 18 dicembre 2007 che accerta l'effettiva operatività del sistema di circolazione e fruizione dei dati catastali per i Comuni viene parzialmente soppresso l'obbligo di dichiarazione ICI per terreni e fabbricati che rimarrà in vigore solamente per ottenere riduzioni d'imposta relativamente a fabbricati inagibili o inabitabili, o quando gli elementi da considerare ai fini della determinazione del tributo non possono essere applicati in via telematica;

• il Decreto 18 dicembre 2007 disciplina l'accesso al servizio di consultazione telematica della banca dati catastale ed ipotecaria da parte di Comuni, Comunità montane ed aggregazioni di Comuni in funzione del processo di decentramento delle funzioni catastali di cui al D.Lgs. n. 112/1998.
..


Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!